LASER AD ECCIMERI

LASER A ECCIMERI –

Il trattamento chirurgico con il laser ad eccimeri è il metodo più preciso oggi disponibile per correggere la miopia, l’ipermetropia e l’astigmatismo.

Il difetto visivo viene corretto dallo strumento con una precisione pressoché assoluta; tuttavia fattori estranei alla mano del chirurgo e alla precisione del laser possono influenzare la guarigione e quindi il risultato, per cui non è possibile fare una previsione assoluta circa la correzione ottica raggiungibile.
Modesti scostamenti dal risultato previsto sono pertanto possibili e non possono essere considerati come insuccessi.


Statisticamente nella miopia si ottiene una correzione precisa del difetto visivo in un’elevata percentuale di casi; si può però sicuramente affermare che lo scopo di eliminare definitivamente la correzione ottica viene ottenuto nel 90% dei casi.In rari casi , soprattutto in presenza di difetti refrattivi elevati.è possibile che rimanga un difetto refrattivo .  La possibilità che il difetto non venga corretto del tutto aumenta con l’aumentare del difetto stesso ed è più frequente quando si cerca di correggere più di un difetto insieme (miopia + astigmatismo, ipermetropia + astigmatismo, etc.).

Da non escludere è pure una correzione superiore al necessario; questa è più rara e comporta ancora l’uso dell’occhiale.

Qualora il residuo difetto visivo sia ancora consistente è comunque possibile, nella stragrande maggioranza dei casi, intervenire in un secondo momento.
Con le strumentazioni attualmente disponibili, i risultati migliori si hanno nelle miopie fino ad otto diottrie.


L’intervento chirurgico

Prima dell’intervento  è necessario sospendere l’uso delle lenti a contatto con le modalità che qui di seguito Le sono indicate dal chirurgo .

______________________________E’ essenziale anche seguire le terapie preoperatorie e postoperatorie eventualmente indicate a seguito dell’intervento. La non osservanza di queste norme può alterare significativamente il risultato dell’intervento.

Il giorno del trattamento è preferibile, anche se non indispensabile, presentarsi con un accompagnatore, in considerazione del fatto che dopo il trattamento non si potrà, essenzialmente per ragioni di sicurezza stradale, procedere alla guida di autoveicoli.

Per le donne è importante essere ben struccate e non profumate (i vapori di alcool infatti possono interferire con il raggio laser); per gli uomini, evitare i dopobarba alcolici.

È inoltre importante riportare tutti gli esami preliminari eseguiti e la presente informativa.

Il laser ad eccimeri è uno strumento di modernissima concezione che permette di asportare microscopiche frazioni di tessuto corneale, in superficie (PRK Photo Refractive Keratectomy – LASEK Laser Epithelial Keratomileusis) o nello strato intermedio (LASIK Laser In Situ Keratomileusis), mediante l’emissione di un raggio laser facente parte della gamma dei raggi ultravioletti.
Il tessuto viene asportato con una precisione straordinaria, impossibile alla mano umana, nell’ordine di micron (millesimo di millimetro) per ogni colpo emesso, e con una riproducibilità non raggiungibile a tutt’oggi da nessun altro mezzo.

Questa caratteristica viene sfruttata in particolare per “rimodellare” la curvatura corneale centrale; così facendo è possibile eliminare o ridurre i difetti di refrazione quali la miopia, l’ipermetropia e l’astigmatismo (ma questi ultimi due con minore precisione).

Le tecniche. 
PRK: l’intervento che noi privileggiamo ,si svolge nel seguente modo:
a) instillazione di alcune gocce di collirio anestetico
b) posizionamento del paziente su un lettino mobile al di sotto dell’apparecchio laser

c) applicazione di un piccolo divaricatore palpebrale

d) asportazione di una parte della sottile membrana superficiale della cornea (epitelio) mediante uno strumento smusso

e) fissazione da parte del paziente di una piccola mira luminosa di colore rosso al fine di centrare correttamente il trattamento

f) trattamento laser vero e proprio

g) medicazione con colliri ed eventuale applicazione di una lente a contatto terapeutica.

LA TECNICA "ADVANCED PRK" per la chirurgia dei difetti visivi - miopia – ipermetropia – astigmatismo, grazie ad un  laser di ultima generazione ci ha dato, negli ultimi anni ,risultati sorprendenti non solo nelle miopie ma anche  anche nei casi di ipermetropia e astigmatismo.

Share by: